“Sbarbatelle: giovani gemme radici profonde”

//“Sbarbatelle: giovani gemme radici profonde”

“Sbarbatelle: giovani gemme radici profonde”

“Sbarbatelle: giovani gemme radici profonde”, l’evento AIS per le donne della viticoltura.

La Delegazione AIS di Asti ha in serbo per l’inizio di luglio a tinte rosé: sabato 8 luglio, infatti, a Viarigi (AT) ci sarà una serata dedicata interamente alle donne della viticoltura.

L’evento, dal nome “Sbarbatelle“, prevede banchi assaggio e degustazioni dei vini delle 16 aziende presenti, ma anche due piattini della Locanda del Monacone (via Roma 12, Viarigi – At) dove si svolgerà l’evento, dalle ore 18 alle ore 22 con un costo totale di 20 euro. Oltre all’assaggio dei vini che arrivano non solo dal Piemonte, ma anche dal Veneto, dalla Romagna e dall’Alto Adige, ci sarà la possibilità di parlare direttamente con le donne presenti, figure chiave nelle aziende di vino che rappresentano e che portano orgogliosamente avanti. Dopo le 22, Arianna Ligi con il suo hukelele si occuperà di fare continuare la festa.

Le produttrici presenti a Sbarbatelle sono:

Michela Adriano, Adriano Marco e Vittorio, Alba (Cn); Silvia Barbaglia, Az. vitivinicola Barbaglia, Cavallirio (No); Chiara Condello, Condè, Predappio (Fc); Elisa Dilavanzo, Maeli, Luvigliano di Torreglia (Pd); Franziska Dona’, Weingut-Dona’, Appiano (Bz); Margherita Forno, Tenuta di Falchetto, Santo Stefano Belbo (Cn); Beatrice Gaudio, Bricco Mondalino, Vignale M.to (Al); Elena, Valeria e Claudia Gaidano, Tenuta Tamburnin, Castelnuovo Don Bosco (At); Federica e Valentina Grasso, Ca’ del Baio, Alba (Cn); Ilaria Grimaldi, Ca’ du Sindic, Santo Stefano Belbo (Cn); Giulia Negri, Giulia Negri, La Morra (Cn); Marina Spertino, Az. agr. Luigi Spertino, Monbercelli (At); Daniela e Monica Tibaldi, Cantina Tibaldi, Pocapaglia (Cn); Sara Vezza, Josetta Saffirio, Monforte d’Alba (Cn); Giada Brochiero Castella, Bricco Maiolica, Diano d’Alba (Cn); Francesca Giulia Bava, Chazalettes, Cocconato (At)

Francesca Bava presente a Sbarbatelle con Chazalettes.

Non poteva mancare a questa serata Francesca Bava, colei che ha fortemente voluto il rilancio del vermouth Chazalettes e che, insieme alla famiglia Chazalettes, è riuscita a riportarne in auge la tradizione storica.

Così Francesca Bava, discendente della storica famiglia Bava, viticoltori con più di un secolo di storia alle spalle anche nel campo del vermouth, si racconta e racconta la sua avventura con Chazalettes:

“Ho trovato l’appoggio e la professionalità della mia famiglia in questo campo ed il carisma del signor Chazalettes. I vermouth Chazalettes sono il risultato di oltre un anno di lavoro tra vini, spezie e ricerche storiche. Uno dei miei obiettivi è quello di aggiungere un tocco femminile al mondo del Vermouth, lavorerò con barlady e non a caso siamo a Palazzo Madama. Il Vermouth Rosso è dedicato a Margherita di Savoia e alla principessa Laetitia”.

Un’avventura femminile in un mondo, quello del vermouth, che è sempre stato considerato per uomini. Un’avventura che mostra come invece nel settore del vino e dei distillati ci siano donne competenti, coraggiose e capaci di rendere i prodotti italiani un punto di riferimento nel mondo.

By | 2017-07-04T09:50:28+00:00 luglio 4th, 2017|NEWS & EVENTS|0 Comments

About the Author: